Sono nato a Barcellona p.g. in provincia di Messina nel 1978.
Nella prima metà degli anni '90' la mafia uccideva Beppe Alfano, Kurt Cobain si suicidava, finiva tra le mie mani una cassetta dei 99 posse, Berlusconi scendeva in campo, chiudeva il negozio con cui mio padre manteneva 4 figli. E io diventavo adolescente.
Se sono come sono è per questo intreccio impazzito. A volte ringrazio, a volte impreco.
Con Seattle e Genova mi sono scoperto dentro un sogno collettivo.
Nel 2002, ventitreenne fresco di laurea in giurisprudenza, mi sono trasferito a Roma e ho coltivato questo sogno dentro la variegata comunità di Action, il movimento di lotta per il diritto all'abitare romano.
Ho una bella Famiglia, con Erminia, mia moglie, e Delia, nostra figlia di 5 anni.
Faccio l'avvocato del lavoro. Giurista è troppo. Sicuramente il diritto è la griglia con la quale spesso leggo il mondo.
Partecipo al progetto di Scup, un centro di sport e cultura popolare nel quartiere di San Giovanni