Titti Marrone Giornalista

Giornalista, napoletana. Al Mattino di Napoli dal 1980 al 2013, ne sono attualmente collaboratrice. Mi sono occupata di teatro, storia delle idee, letteratura e politica, insegno dal 1996 all’università storia e tecniche del giornalismo, ho scritto vari libri tra cui: sul Sud (Riforma agraria e questione meridionale, ed. De Donato), sul postcomunismo (Controluce, con Gustaw Herling, ed. Pironti), sulle speranze di cambiamento all’epoca del primo mandato amministrativo di Bassolino a Napoli (Il sindaco, ed. Rizzoli), sulla Shoah (Meglio non sapere, ed. Laterza), dove si racconta la storia delle due più giovani italiane sopravvissute. Da Mondadori è uscito il romanzo Il tessitore di vite, ispirato a una storia vera. Per i tipi della libreria "Iocisto", la prima d'Italia ad azionariato popolare, ho curato il libro di autori vari "Ho sete ancora".

In questo blog vorrei raccontare soprattutto il Sud e la mia città sovrapponendo una lente “da Napoli” a vicende anche nazionali e internazionali. Cercherò di evitare sia le solite “lacrime napulitane” sia gli stereotipi negativi, troppo spesso corollario e condanna di questa terra.